Come promuovere il ristorante con gli influencer

Si sente sempre più spesso parlare dei Food Influencer per i ristoranti

Ma funziona davvero?

In questo articolo vediamo chi sono i Food Influencer, come sceglierli e come promuovere il ristorante con gli influencer:

Indice dei contenuti

Chi sono i Food Influencer

I Food Influencer, anche detti “food creator” sono delle figure chiave per la promozione online del settore Food e Beverage.

Si tratta di creator che hanno una community affezionata, interessata ai consigli su nuovi prodotti food, esperienze gastronomiche e ristoranti da provare.

I Food Influencer possono essere viaggiatori, appassionati di cibo, ma anche chef o professionisti del settore food & beverage in generale.

Come per qualsiasi tipologia di influencer, anche nel caso dei Food Influencer dei ristoranti, possiamo identificare diverse categorie, in base al numero di follower sui loro canali social.

Dai nano-influencer (fino a 10k follower) ai micro-influencer (fino a 100k follower), dai macro-influencer (fino a 500k follower) fino ai mega-influencer (celebrities note non soltanto sui canali social).

Ad oggi i Food Influencer non utilizzano soltanto un canale social. Spesso, infatti, questi creator sono attivi e pubblicano contenuti contemporaneamente su varie piattaforme.

Tra i canali più utilizzati per la promozione di ristoranti, ci sono sicuramente Instagram, Facebook e Tik-Tok.

Come scegliere gli Influencer per il ristorante

Considerando i vari canali social utilizzati dagli influencer e le tante categorie di Food Influencer attualmente attive, è importante capire come scegliere i creator più adatti per il proprio locale. 

Per trovare i Food Influencer più adatti per il tuo ristorante, puoi iniziare cercando su piattaforme social come Instagram, Facebook, YouTube e TikTok utilizzando hashtag come #foodie, #foodblogger e altri simili.

Su come scegliere e gestire gli influencer per il ristorante perfetti per il tuo locale, prendiamo spunto da una riflessione di Simone Marengo di Marengo Marketing, in occasione dell’evento Food Marketing Mastery Advanced 2024.

Per quanto riguarda la ricerca degli influencer del ristorante su Instagram, nella sezione di ricerca, potresti digitare la parola chiave “food blogger + nome città”, o ancora “dove mangiare + nome locale”.

Dopo aver stilato una lista dei Food Influencer, è poi importante selezionare i creator in base ai contenuti che realizzano. Su questo, il consiglio è di prediligere i contenuti che siano maggiormente coerenti con l’ID del locale, ovvero l’Identità Differenziante e il target del locale.

Da questo punto di vista, ti suggeriamo anche di dare un’occhiata al reel di Lorenzo Ferrari di RistoratoreTOP, dedicato proprio alla scelta degli influencer per il ristorante.

In generale, prima di instaurare una collaborazione con l’influencer, occorre poi verificare se la sua community sia effettivamente veritiera. Su questo, si possono utilizzare dei tool come Ninjalitics o Modash.

Ti consigliamo anche la lettura del seguente articolo: Come avere più prenotazioni al ristorante grazie ai social.

Come promuovere il ristorante grazie agli influencer

Collaborare con i Food Influencer può essere un’opportunità preziosa per promuovere il tuo ristorante e raggiungere nuovi clienti.

Trovare gli influencer giusti, stabilire obiettivi chiari e gestire la collaborazione in modo efficace è fondamentale per massimizzare i benefici di questa strategia di marketing nel settore della ristorazione.

Su questo, prima di avviare una collaborazione con un influencer è essenziale avere chiari gli obiettivi che si intendono perseguire.

Ecco alcuni esempi di obiettivi che possono essere ottenuti grazie alla promozione del ristorante con gli influencer:

  • Brand awareness: la campagna di influencer marketing ha lo scopo di andare ad alimentare la conoscenza del ristorante nel pubblico, generando quindi awareness e visibilità. Dunque, i contenuti dovranno essere preparati in modo originale al fine di diventare virali.
  • Promozione di una novità del menù: il Food Influencer potrà essere una figura particolarmente utile per creare hype, al fine di invitare la sua community per andare a provare un nuovo prodotto del menù, ad esempio un nuovo piatto o drink! I contenuti, quindi, dovranno mirare a presentare il nuovo prodotto, sotto forma di una “recensione” fuori dagli schemi.
  • Promozione di un evento: che si tratti dell’apertura di una nuova sede oppure il lancio di un evento o di una serata particolare, anche in questo caso i Food Creator possono supportarti ad incentivare la partecipazione del pubblico.
  • Incentivare le prenotazioni online: il Food Influencer può aiutarti anche ad incentivare la community a prenotare al tuo locale. In questo caso, il consiglio è quello di fornire al food creator un link per prenotare online direttamente al tuo locale.
  • Incentivare altri servizi: offri un servizio di delivery? Oppure di take-away? Così come per incentivare le prenotazioni online, anche per gli ordini, i Food Influencer possono rappresentare una risorsa davvero importante!

Come gestire gli Influencer per il ristorante

Tra i consigli di Simone Marengo al Food Marketing Mastery Advanced 2024, è stata posta particolare rilevanza non soltanto alla selezione dei Food Influencer del ristorante, ma anche alla gestione della collaborazione con i creator.

Dopo aver scelto i creator, tenendo conto del target e dell’ID del ristorante, gli step successivi da compiere sono i seguenti.

  1. Contattare i Food Influencer scelto per il locale;
  2. Definire l’obiettivo che si intende raggiungere con la strategia di influencer marketing;
  3. In base all’obiettivo, si potrà quindi orientare la scelta del contenuto, ad esempio sui piatti, sullo staff, sull’ambiente e/o sull’esperienza del locale;
  4. Concordare il momento delle riprese per realizzare i contenuti nelle condizioni migliori;
  5. Concordare i termini di utilizzo dei contenuti realizzati dai Food Influencer (ad esempio, se è possibile sfruttare i loro contenuti anche per eventuali sponsorizzazioni sui social);
  6. Fornire agli influencer eventuali link per la prenotazione del locale oppure per l’adesione a specifiche promozioni;
  7. Monitorare i risultati dei contenuti realizzati e pubblicati dagli influencer.

Promuovere il ristorante: il caso studio di Doroti

Arriviamo ora al caso studio relativo proprio alla promozione del ristorante attraverso l’influencer marketing.

Parliamo del Doroti, un ristorante a Calcinaia (PI) che propone formule originali, come il menù a sorpresa o il menù Conviviale, un’insolita formula di apericena.

Christian, titolare del Doroti e Success Manager di Plateform, ci racconta come riesce a promuovere il suo locale grazie ai food influencer, sfruttando gli strumenti di Plateform.

“Seleziono i food influencer in base al contenuto che pubblica sui suoi canali social. Scelgo quindi esclusivamente coloro che promuovono contenuti dedicati ad esperienze in ristoranti e locali. Non solo. Dopo aver trovato un food influencer che potrebbe essere interessante per il mio locale, do un’occhiata anche ai commenti lasciati dalla sua community.

In questo modo, mi accerto che anche i suoi follower siano in linea con i contenuti offerti. Dunque, capisco se è un pubblico che apprezza i suoi contenuti e mi assicuro che sia effettivamente interessato all’esperienza al ristorante.

Chiaramente ogni food influencer ha una propria identità e stile. Per questo, filtro la mia ricerca anche tenendo conto del servizio e della formula che intendo promuovere per il mio locale.”

La ricerca dell’influencer

In merito alla figura dell’influencer al ristorante, Christian racconta che:

“Ci sono i food influencer che svolgono la loro attività come lavoro principale, ma anche chi crea e pubblica contenuti legati al mondo del food semplicemente per passione.

Ho notato una grande differenza tra i due, almeno per la mia esperienza personale.

Ad esempio, tempo fa ho collaborato con una blogger che promuoveva aperitivi e apericena in Pisa e provincia. Lo faceva per passione, c’erano davvero tantissime persone che la seguivano e le chiedevano informazioni sotto i suoi post. In questo caso, ho offerto all’influencer la cena al locale per permetterle di realizzare i contenuti.

Per la collaborazione, ho inviato poi all’influencer un coupon ad hoc, realizzato attraverso la funzionalità delle Promozioni di Plateform. I follower ricevevano un piccolo omaggio quando si presentavano al locale con quel coupon. Al contempo, io ho potuto monitorare il tasso di conversione.

Con il tempo, la stessa ragazza ha cominciato a lavorare esclusivamente come food influencer. Ho notato che anche i suoi follower erano cambiati. Perché, a mio parere, un conto è l’esperienza autentica e spassionata, un altro, invece, quando si tratta di un’esperienza sponsorizzata.

Infatti, per la collaborazione successiva, a distanza di un anno, nonostante lei avesse lavorato davvero molto bene e i contenuti prodotti erano qualitativamente migliori rispetto alla prima collaborazione, non ho ottenuto nessun risultato.

Attualmente, quindi, scelgo qualche partnership sponsorizzata e altre collaborazioni più spontanee, con ragazzi e ragazze che hanno la passione per il food. Ad esempio, pochi mesi fa, ho notato una ragazza che è venuta diverse volte nel mio locale. Vedendo i commenti che riceveva sui suoi profili social, l’ho contattata e invitata a provare la formula del brunch. Le ho inviato il coupon da veicolare ai suoi follower e mi ha portato più di 30 prenotazioni!

Come utilizzare le Promozioni di Plateform per l’influencer marketing

Per generare il coupon e monitorare il tasso di conversione della campagna di influencer marketing, Christian del Doroti sfrutta la funzione Promozioni di Plateform.

Su questo dice:

“Per le collaborazioni con le influencer utilizzo la funzione Promozioni di Plateform. Per me è importante creare una singola promozione per ciascun blogger a cui mi rivolgo. Questo mi permette di verificare se i loro follower scaricano effettivamente la promo e se poi vengono al locale per riscattarla, per provare quindi l’esperienza che decidiamo di promuovere.

In questo modo capisco le performance e quali collaborazioni hanno funzionato di più.

L’influencer marketing è un bel mondo dal mio punto di vista, che offre davvero grandi possibilità. Ovviamente è essenziale trovare dei blogger e degli influencer di riferimento, devono essere in grado sia di trasmettere l’Identità Differenziante del mio locale che di portare buoni risultati.”

Come promuovere il ristorante con gli influencer grazie a Plateform

Con Plateform, hai una pagina dedicata al tuo ristorante, attiva 24/7, che puoi promuovere su tutti i tuoi canali online. Non solo, hai la possibilità di creare delle promozioni professionali con una relativa pagina dedicata.

In questo modo, i Food Influencer possono promuovere il tuo ristorante fornendo alle loro community dei link specifici per la prenotazione o per eventuali promo, proprio come abbiamo visto con il caso studio di Doroti.

Se desideri scoprire come Plateform ti aiuta a realizzare delle campagne di influencer marketing, trovi qui i prezzi e i piani. Oppure puoi richiedere una dimostrazione gratuita, compilando il modulo nella stessa pagina.

Vuoi ricevere una telefonata da un nostro esperto per fissare una demo gratuita o ricevere maggiori informazioni?

Compila il form di seguito con i tuoi dati e ti contatteremo noi per darti tutte le informazioni di cui hai bisogno.
Avrai la possibilità di parlare con un nostro responsabile tecnico e prenotare una demo Gratuita di 30 minuti per una panoramica di tutte le funzionalità della piattaforma.